La Gramigna, pianta caparbia, conosciuta fin dall’antichità, che proprio per questa sua caparbietà, è così utile e benefica al nostro corpo.

Ecco alcune tisane e decotti utili a contrastare piccoli problemi per migliorare il nostro incarnato.

Tisana

per contrastare le infiammazioni alla vescica

o stimolare la diuresi:

tisana

4 g. di rizoma di gramigna essiccato immersi in 100 ml di acqua.

Fate bollire per 10 minuti, lasciate riposare e filtrate. Bevetela più volte al giorno.

Questa tisana purificante, usata in sinergia con altri prodotti, può essere utilizzata anche per  impacchi sul viso.

Tisana rinfrescante e tonificante

tisana

Miscelate in parti uguali le seguenti piante, fino ad arrivare a 60 g.:

gramigna, bardana, fumaria, ortica e viola tricolore.

Porre la miscela in un litro di acqua e far riposare per due ore;

successivamente portare ad ebollizione e lasciare sul fuoco per un minuto.

Lasciare riposare per 15 minuti e filtrare. Bevetene tre tazze al giorno per qualche giorno.

Decotto di gramigna e bardana

salvia

Fate bollire in 1 l d’acqua la gramigna e la bardana per circa 15 minuti, poi filtrate.

Bevete tutta la dose nell’arco della giornata, possibilmente lontano dai pasti. Utile come depuratore.

Decotto di gramigna, malva e paritaria:

menta

Utile  per curare i calcoli ai reni e alla vescica.

Mescolate in modo omogeneo 200 gr. di radice di gramigna, 20 gr. di malva e 20 gr. di paritaria, ridotti a pezzetti piccoli.

Fate 1 cucchiaio del composto preparato, per 5 minuti in un quarto di litro.

Lasciate, riposare per 10  minuti e infine filtrate spremendo bene i vegetali.

Consumate 3 tazze al giorno per 20 giorni, mattino, pomeriggio e sera, sempre lontano dai pasti.

Sospendete per 10 giorni e ripetete la cura nel caso si ripresentassero i disturbi.

Macerato di gramigna e paritaria

infusi

Utile per depurare, antiffiammatoria.

Ingredienti: 2 cipolle, 10 gr. di paritaria, 30 gr. di gramigna (rizoma), 30 gr. di carciofo(foglie)

scorza di 1 limone(solo la parte gialla), 1 l di vino bianco ad alta gradazione.

Dopo aver affettato a spicchi le cipolle e frantumato la paritaria

la gramigna e il carciofo, ponete tutto a macerare assieme alla scorza del limone nel vino bianco per 10/12 giorni.

Trascorso tale periodo filtrate e conservare il macerato in una bottiglia ben chiusa.

Consumate 3 tazzine al giorno, lontano dai pasti

Decotto di gramigna, cicoria e liquirizia:

tisana1

Utile per contrastare la sonnolenza.

Miscelate 2,5 cucchiai di gramigna (rizoma), 1,5 cucchiai di cicoria (radice)

1 cucchiaio di liquirizia e mettetene 1 cucchiaio a bollire in acqua per circa 2 minuti.

Filtrate e bevetene 2/3 bicchierini nel corso della giornata.

Sono veramente utili queste tisane e decotti.  Non a caso i nostri nonni apprezzavano, quest’erba “infestante”!!